La realtà che ti fa tremare

The reality that makes you quiver

Questa non è una favola. In realtà, è un grido d'aiuto. Perché io, il maestoso gigante del deserto, comunemente noto come Quiver Tree, Kokerboom o //ganas, non posso parlare per me.

Il mio habitat in Namibia, che un tempo si estendeva dall'area di Brandberg nel Damaraland fino al regno del fiume Orange, sta diventando sempre più piccolo.

Sento dire che a causa del riscaldamento globale, causato dagli esseri umani che sfruttano questo pianeta e le sue risorse, la temperatura in Namibia aumenta costantemente ogni anno. Eeh ragazzo, se ti sei mai accampato nei nostri bellissimi deserti e hai guardato un tramonto magico che scendeva tra i miei bellissimi rami, sai quanto possono diventare calde le mie radici fibrose e superficiali!

Vedi, mi piace essere l'unico albero in un ecosistema molto arido. Mi piace mostrare al mondo che posso sopravvivere su terreni caldi e sassosi e persino stare in equilibrio su creste rocciose. In realtà mi piace stare sotto i riflettori e soprattutto mi piace essere fotografato tra i colori che accompagnano il sole al tramonto. Accolgo anche comunità di socievoli tessitori sui miei ampi rami. Dopo 20 anni di crescita costante, comincio a produrre le mie fioriture gialle e luminose durante aprile e giugno e nel sud della Namibia, gli uccelli, condividono il mio delizioso nettare con insetti e babbuini, fornendo una meravigliosa cornucopia nel deserto. In cambio, facilitano l'impollinazione.

Per anni mi sono preso cura dei cacciatori-raccoglitori della Namibia supportandoli durante la cacciagione, permettendo loro di usare i miei rami dritti e stretti perfettamente lavorati per essere trasformati in sacchetti faretra per le loro frecce utili per catturare la loro fonte di proteine. Molti springbok cacciati sono stati arrostiti alla mia ombra. E’ stato anche fatto buon uso dei miei fratelli e sorelle caduti scavando parzialmente i loro tronchi. Se avessero versato dell’ acqua sul guscio fibroso spugnoso, l'evaporazione dovuta a una brezza manterrebbe il cibo fresco. Oggi, credo, sarebbe il funzionamento di un frigorifero?

Sono una vera opera d'arte naturale, lo sai.

Dal mio nome potrei essere un albero, ma in realtà il mio nome generico "Aloe" deriva dalle descrizioni greche, arabe ed ebraiche della parola "amaro". Questo farebbe di me una pianta allora, una pianta molto bella.

Mi ci vogliono cinque anni buoni per crescere da essere un seme piantato a diventare abbastanza grande per sopravvivere, prendondomi ancora del tempo per dividere i miei rami in due, dandomi il nome greco "dichotoma". Ma per raggiungere la vera perfezione ne richiedo ancora di piu’, giusto?

A proposito, hai notato la polvere che riflette il calore dal mio gambo tozzo? Questo non agisce solo come il mio condizionatore d'aria personale, ma impedisce anche alle piccole creature del deserto di rosicchiarmi, aumentando le mie possibilità di raggiungere fino a nove metri di altezza nella mia vita.

Le persone Nama che vivono nei miei dintorni vicino al Fish River Canyon mi chiamavano //ganas, che letteralmente significa "graffiato". Potrai notare dai miei colleghi più anziani che vivono intorno a me nella nostra piccola foresta vicino a Canyon Lodge (così come i nostri colleghi a nord di Keetmanshoop) il perché: la nostra corteccia si spezza in bellissime fessure a causa dei cambiamenti di temperatura e alla fine si stacca in chiazze più grandi.

Vuoi fotografare la mia angolazione migliore? Scendi nella sabbia e guarda in alto dalla corteccia alle foglie e scatta! Non rimarrai deluso.

Davvero, non chiedo molto in cambio. I ricercatori hanno determinato che il più antico albero della faretra ha raggiunto i 300 anni di età. Vorrei che la mia piccola foresta potesse vivere per raccontare questa storia che, se non fosse stato per l'assistenza dei ranger del Gondwana Canyon Park, che da oltre 20 anni raccolgono i miei semi e coltivano con cura le piantine in un vivaio all'Holoog Nursery, il mio lignaggio sarebbe gia’estinto.

I ranger hanno avviato questo progetto Adopt a Quiver Tree, in cui tutti i turisti e gli amanti degli alberi nel mondo potrebbero fare qualcosa per combattere gli effetti del riscaldamento globale che vivo ogni giorno. Adottando un giovane Quiver Tree e facendolo ripiantare nel Gondwana Canyon Park, puoi seguirne la crescita e lo sviluppo attraverso le sue coordinate GPS. Puoi anche nominare il tuo albero Golia, se lo desideri!

Non appena ti sarà permesso di viaggiare ancora, potresti venire a vedere me e tutti i miei giovani fratelli, per sperimentare la mia aura e la mia energia. Dopo tutto quello che è successo nel mondo ultimamente, vieni qui e lascia che la tua anima vaghi e si ricarichi nella nostra foresta deserta. Ma attenzione, non esiste un vaccino per il riscaldamento globale. Sostienici ora e assicurati che i tuoi figli e i miei figli possano un giorno fare una foto insieme.

Il solo pensiero mi fa davvero tremare…..

Read more

Find your way home

Trova la strada di casa

How Kat-Active came to life

La nascita di Kat-Active

Chariots of Fire

Carri di fuoco

Comments

Be the first to comment.
All comments are moderated before being published.